fbpx

Come sviluppare l’addome?

Qualche informazione sugli addominali,un complesso muscolare deputato all’equilibrio,alla forza,la respirazione (e molto altro). Il modo in cui si presentano visivamente dipende molto dalla forma genetica che abbiamo dalla nascita, i famosi “quadratini” sono di numero e posizionati in base a come madre natura ci ha creati, possono migliorare molto ma Leggi tutto…

Manubri o bilanciere?

MEGLIO MANUBRI O BILANCIERE? Prima di dire i pro e i contro di ognuno dei due dico subito che secondo me nessuno è meglio dell’altro semplicemente entrambi vanno usati nel giusto rapporto   MANUBRI PRO E CONTRO PRO: Permettono di avere un lavoro muscolare perfettamente uguale tra la parte sinistra Leggi tutto…

Allenamento addominali

L’allenamento per i muscoli Addominali é un allenamento simile a quello dbegli altri gruppi muscolari in quanto la fascia addominali ha una funzione statica in primis quindi stabilizzatrice del tronco ed una Blanda funzione dinamica attiva ….dicesi fasica.

Da questo possiamo dedurre che l’addome puo essere allenato normalmente per la sua funzione primaria ovvero stabilizzatrice con esercizi simil “Planck” dove il corpo tende a far perno sull’addome stesso ed una minima fase attiva di 30 gradi (ex il crunch a terra) nonostante ciò il muscolo in questione é sempre coinvolto in tutti gli esercizi più importanti e di routine.

non abbiamo quindi necessità di allenarlo tutti i giorni..ne tantomeno di utilizzare alte ripetizioni allo scopo di ipertrofizzare o di dimagrire localmente!! (credenziale ormai assodata da tempo ma assolutamente errata

possiamo in conclusione affermare che la muscolatura addominale può e  deve essere allenata con una simil e normale frequenza allenante pari agli altri gruppi muscolari.

l’allenamento dell’addome stesso provoca un rinforzo della parete stessa ed un maggior controllo stabilizzatorio del corpo umano nello spazio.

risulta quindi importante allenarlo e dedicargli il giusto tempo settimanalmente durante una split di qualsivoglia muscolo target in questione.

(altro…)

Ritmi circadiani ed attività fisica – parte 1

La quasi totalità delle funzioni umane (ad esempio la produzione ormonale, l’andamento della temperatura corporea, della pressione arteriosa, del battito cardiaco, dell’umore) ha un andamento ritmico. Sulla base di queste prime osservazioni è nata la cronobiologia, scienza che studia la variazione nel tempo (ritmica) delle funzioni biologiche. I “ritmi circadiani” non sono altro Leggi tutto…