E’ diventato molto frequente imbattersi in prodotti, beveroni, diete detox. Secondo i sostenitori, queste procedure (digiuno compreso) dovrebbero permettere al corpo (e all’anima!) di de-tossificarsi e quindi purificarsi.

Tutto questo dilagare trova le sue radici nel concetto sbagliato che le tossine vengano dall’esterno. In realtà il carico tossico deriva in parte dall’esterno (ambiente, alimentazione) e in parte dal nostro stesso organismo che, attraverso il metabolismo, produce sostanze “di scarto” che vanno eliminate. Ne consegue che eliminare o allontanare in modo più o meno drastico il cibo NON azzera la produzione di tossine; anzi!Il fegato è l’organo che “ripulisce” l’organismo e per farlo bene è estremamente vorace di nutrienti quali vitamine, antiossidanti e amminoacidi.

Tutto ciò da cui ci si tiene a distanza attraverso il digiuno o una dieta detox estrema è esattamente ciò che serve per disintossicare: il cibo.

Ovviamente, gli alimenti devono essere CORRETTI perché possano essere gli alleati anti tossine (verdura, frutta, pesce, grassi sani).

In sostanza, il concetto cardine rimane solo uno: è deleterio concentrarsi su strategie specifiche e momentanee per eliminare le tossine, per quanto sia facile cadere nella tentazione di soluzioni apparentemente più semplici, lineari e veloci. E’ invece assolutamente necessario puntare su un’alimentazione costante ed uno stile di vita corretto che minimizzi l’accumulo di tossine in generale e che favorisca la detossificazione in modo permanente. I dati scientifici e la realtà dei fatti dimostrano che la strada corretta (non sicuramente quella più facile e veloce, ma quella più profonda e duratura) è ripartire dallo stile di vita.

     


    Dott.ssa Elena Maria Bisi
    Biologa Nutrizionista

    Categorie: Nutrizione

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *