I Lipidi sono il macronutriente con il più alto valore energetico (9 Kcal/g) e sono formati da carbonio, idrogeno e ossigeno.
La loro struttura chimica è molto differente rispetto quella dei carboidrati in quanto la lunga catena idrocarburica li rende insolubili in ambiente acquoso.

TRIGLICERIDI
L’uomo immagazzina energia sotto forma di Trigliceridi. Sono molecole formate da 3 acidi grassi unite per esterificazione ad una molecola di Glicerolo. Il nostro organismo può scindere i Trigliceridi e veicolarli verso il mitocondrio. In questo organello avviene la Beta Ossidazione. E’ una via metabolica che converte gli acidi grassi ad AcetiCoa, molecola che entra a far parte del Ciclo di Krebs dove viene prodotta energia sotto forma di Atp. Gli Acidi Grassi entrano nel mitocondrio mediante il trasportatore Carnitina.
NB: una molecola di Palmitato produce 8 AcetilCoa.

FOSFOLIPIDI E COMPOSIZIONE DELLE MEMBRANE CELLULARI
Le membrane cellulari sono formate da un doppio strato e hanno il compito di dividere due compartimenti acquosi. I Fosfolipidi possiedono le caratteristiche chimiche adatte per poter entrar a far parte della loro composizione. Sono molecole Anfipatiche: possiedono una porzione Apolare e una porzione Polare contenete un gruppo fosfato. Quest’ultima viene rivolta verso l’interno della cellula (CITOPLASMA) e verso l’ambiente extracellulare. Le porzioni idrofobe sono rivolte verso l’interno del doppio strato fosfolipidico (lontane dall’acqua). La membrana, oltre a delimitare l’ambiente cellulare, è importante perchè è la sede di molte proteine che svolgono diverse funzioni.

COLESTEROLO
Il Colesterolo è una molecola che entra a far parte della composizione delle membrane cellulari animali regolandone la Fluidità. Il nostro organismo è in grado di produrlo, ma lo assumiamo anche con la dieta. Il Colesterolo è un importante precursore di altre molecole, in particolar modo del Testosterone (ormone sessuale maschile) e della Vitamina D3 (l’uomo è in grado di sintetizzare Colecalciferolo dal Deidrocolesterolo) fondamentale per regolare il metabolismo dell ione Calcio.

LIPIDI SATURI E INSATURI
I Lipidi, oltre a distinguersi per la lunghezza della catena carboniosa, li classifichiamo in saturi e insaturi.
I lipidi saturi non presentano doppi legami tra gli atomi di carbonio.
I Lipidi Insaturi presentano 1 o più doppi legami fra gli atomi di carbonio rendendo la catena idrocarburica non lineare.

 


Valerio Canali
Personal Trainer ASI Fitness Academy

Categorie: Allenamento

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *